I 3 migliori libri di Asa Larsson

Libri di Asa Larsson

Quello che ha a che fare con la creazione di una buona scuola è che alla fine compaiono studenti dotati. Nell'inesauribile cava nordica del genere nero, Asa Larsson è una di quelle promesse di un decennio fa che resta affermata tra i best seller di questo genere con una denominazione di origine così marcata. Esso …

Continua a leggere

I 3 migliori libri di María Oruña

Con la scrittrice María Oruña si forma l'attuale podio degli autori di romanzi neri in Spagna, uno spazio onorario che condivide con Dolores Redondo ed Eva Garcia Sáez. Non è che voglio dire che non troviamo più scrittori che coltivano questo genere con doti simili, ma senza dubbio questi ...

Continua a leggere

I 3 migliori libri di Andrei Kurkov

Libri di Andrey Kurkov

È sempre bello entrare nel surrealismo trasformato in un romanzo con una certa cadenza. Nel surreale c'è spazio per l'allegorico, il metaforico e anche il favoloso se tocca. Ed è vero che Kurkov lo sa benissimo. Questo scrittore ucraino esplora tutte le possibilità di questo grottesco onirico, per chiamarlo in qualche modo. …

Continua a leggere

I 3 migliori libri di Santiago Gamboa

Libri di Santiago Gamboa

L'approfondimento dell'opera di Santiago Gamboa offre sempre una visione sociologica di prim'ordine. Il punto è che Gamboa è immaginario, ovviamente, ma quell'inaspettato background di saggi ci viene fornito in modo intelligente attraverso personaggi, modi di vedere il contesto sociale, descrizioni cosparse di quell'idea...

Continua a leggere

I 3 migliori libri di Nell Leyshon

Libri di Nell Leyshon

La vena drammaturgica di Nell Leyshon traboccò naturalmente in un romanzo con quel punto di vita sceneggiato per essere esposto su tavole di carta. Intimità con pretese culminanti; immortalità essenziale che impregna le cose, le stanze, le vie ei sentieri di qualche campagna inglese. La vita è fondamentalmente quella fase...

Continua a leggere

I 3 migliori libri di Alma Delia Murillo

Libri di Alma Delia Murillo

Essere l'erede di Juan Rulfo è un esercizio di responsabilità. A maggior ragione quando non è necessario raccogliere fantasmi dagli altri per portarli ad abitare la loro anima. Nel caso della scrittrice messicana Alma Delia Murillo, la questione sembra essere una base narrativa di fondo, un pretesto per narrare con...

Continua a leggere

I 3 migliori libri di Juan Gómez Jurado

Libri di Juan Gómez Jurado

Se c'è un autore in Spagna con cui ha una dura lotta Javier Sierra Per aver tenuto la bandiera alzata al vertice del grande genere del mistero, quello è Juan Gómez-Jurado. Da quando il suo primo libro è apparso nel 2007, sulle braci de Il Codice Da Vinci di Dan Brown,...

Continua a leggere

I migliori libri di Mark Sullivan

Libri di Mark T. Sullivan

Fiction o meno narrativa storica con sfumature romantiche. Tutto ciò inteso con quella rassegna epica di intrecci che rasentano il vero dal pienamente biografico o da scenari drammatici perfettamente riconoscibili. E che Mark Sullivan non è un autore essenzialmente romantico. Ma è grazie a queste trame per...

Continua a leggere

I migliori libri di Fernando Repiso

Libri di Fernando Repiso

Mi piacciono i nuovi autori che entrano come un elefante in un negozio di porcellane. Proprio perché la letteratura ha bisogno di quella capacità di sorpresa, di quella svolta e di quella riformulazione degli stereotipi per generi narrativi. In caso contrario, le cose iniziano a sembrare una narrativa piatta. Ancora di più nei generi popolari chiamati...

Continua a leggere

I 3 migliori libri di Domingo Villar

Libri di Domingo Villar

Il genere noir accoglie sempre a braccia aperte un autore interessante come Domingo Villar. Perché questo galiziano amante delle lettere è stato uno di quegli scrittori che hanno fatto della sua opera un tutt'uno, una scenografia e una sinfonia di personaggi, per essere sempre riconosciuto come il creatore...

Continua a leggere

I 3 migliori libri di Emma Cline

Emma Cline Libri

A volte un argomento, una trama implica la rivisitazione di scenari della realtà da un prisma necessariamente scomodo, inquietante, inquietante. Non c'è realismo senza quel taglio oltre la media, della normalità. Perché in molte occasioni la finzione ci circonda, ancor di più oggi, sotto forma di social network,...

Continua a leggere

errore: Nessuna copia