3 i migliori libri di Juan Carlos Onetti

U ignifughu Juan Carlos Onetti, accantu à Mario Benedetti y Eduardo Galeanu, custituiscenu un triunviratu literariu da u so cumunu Uruguay à l'Olimpu di e lettere in spagnolu. Perchè trà i trè coprenu tuttu, ogni genaru in prosa, versi o in scena.

Ancu se ognunu offre quella impronta particulare è inquietudine narrativa (al di là di l'etichette di turnu chì si nutriscenu di e coincidenze più superficiali di u spaziu o di u tempu per pruvà à unificà o standardizà), hè ancu vera chì e circustanze cumune di un seculu XX sottumesse quì è culà à alti è bassi pulitichi è ecunomichi di tutti i generi in un mondu chì hà indicatu a mundialisazione è a replica generalizata di ogni crisa, hà servutu qualchì volta per un'armunia tematica naturale.

U miraculu uruguaianu chì hà fattu stà u paese di sti trè geni cum'è u più prosperu finu à a mità di u 29u seculu, hà cuminciatu à soffre cù a crisa di u XNUMX è hà finitu per crollà cù e duie guerre mundiali successive.

A dittatura militare di l'anni 70 hà trovu in questi trè autori trè grandi voci critiche, censurate in parechje occasioni è esiliate cum'è l'unica opzione. Note vitali spartute chì riflettenu in i so libri l'impressioni disparate di i so grandi doni creativi versu a critica è u sradicamentu.

Ma Onetti indica una certa eccezionalità casuistica. Perchè era assai più prolificu ancu prima di u colpu di Boldaberry. Hè da u 1939 à l'anni 70 a periudu chì Onetti hà riesciutu à scrive e so opere e più intense, cù quella brillanza esistenziale trà allegorie affascinanti di a so cità inventata, Santa Maria, induve i persunaghji ghjunghjenu da altri spazii assai veri, in un ghjocu di specchi chì pochi autori ripeterianu cù una maestria simile.

Top 3 libri raccomandati da Juan Carlos Onetti

Vita corta

Tutti i lettori Onetti assumenu a grandezza di u capolavoru, di quellu celu spazzolatu da u narratore. Ancu se ùn mi piace micca generalizà, credu chì ùn mi sbagliu micca di mira à quellu livellu chì ùn hè più ghjuntu in opere precedenti o successive.

Juan María Brausen è Stein affrontanu u compitu di chjude un script di film. A storia cumandata si ferà in Santa Maria. È quì Juan Maria trova i persunagi chì devenu vene in vita per infine traccià u nodu di a so storia.

È pocu à pocu Brausen incorpora a narrazione in a so vita mentre prughjetta a so vita in a narrazione. A bipolarità di u scrittore hà fattu un scenariu cumplessu è cumpletu.

A scusa di Santa Maria per piattà a culpabilità, u core è a paura trà e so strette inventate. Parsunaghji chì parenu avè e chjave chì aprenu e porte à a realità di Brausen è di un Brausen chì allarga i so sogni è l'imaginariu trasformatu in u script per uttene scenarii è vite, cum'è quellu vechju sognu di vede per l'altri da campà è gode a felicità di l'altri, parcheghjendu i vostri affari in una realtà diventata finzione.

CLICCA U LIBRU

U cantieru navale

Quandu parlate à qualcunu di Onetti, è malgradu ciò chì sopra sopra u più chì pussibule capolavoru, parechji altri lettori citanu prima st'altru rumanzu. Serà unu di i so scenarii più gestibili per u nostru mondu grisgiu.

In un certu modu, pare dispiratu di viaghjà in un locu fittiziu cum'è Santa Maria, chì pudaria lampà trà opulenza o felicità è finisce per scopre a stessa tristezza.

Ma hè chì, cum'è parechji autori cummentanu à l'occasioni, a tristezza hè a più grande fonte d'ispirazione. A decadenza è a nustalgia ti tenenu in una frenesia creativa finchè ùn ti abbattenu. È Onetti era un maestru in quella riunione di una finzione imitata da e sensazioni più triste di u nostru mondu.

Caratteri mossi da inerzia improduttiva in un mondu stancu. I cantieri navali cù ribombi di prusperità chì perforanu e cuscenze affundite in a disfatta.

CLICCA U LIBRU

L'addiu

Una volta chì Onetti hè statu scupertu, vale a pena di piantà in stu brevi rumanzu chì hà qualcosa di una dichjarazione di tutta a verità, una testimonianza stretta di l'autore. Onetti stessu hà qualificatu st'opera cum'è a so favurita, ancu à l'occasione. Ci deve esse una ragione.

U puntu hè chì u prutagunista di a storia puderia esse Onetti stessu, travestitu da una antica stella sportiva ghjuntu in una cità di muntagna famosa per e so qualità curative di tuberculosi.

A so figura particulare, a so presenza è u so cumpurtamentu stranu anu prestu attiratu l'attenzione di u rispunsevule di u postu per a cità. Per peghju, u persunagiu principale riceve lettere strane chì, mentre passanu per e mani di u postacciu particulare di a cità, scrivenu in a so imaginazione a storia a più prufonda pussibule di un persunagiu infine riparatu in quella valle tranquilla.

A brevità di stu rumanzu, u so tempu calmu, è a nuzione di u fattore chì trasforma l'esistenza di tuttu ciò chì u circonda custituiscenu una mosaica fatalista nantu à a ritirata di u prutagunista è a stagnazione di a vita à u pedi di a muntagna.

CLICCA U LIBRU

1 cummentariu annantu à «3 i migliori libri di Juan Carlos Onetti»

Lascià un cumentu

Stu situ utilizeghja Akismet per reducisce u puzzicheghju. Sapete ciò chì i dati di i vostri dati è processatu.